Il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina.

sabato 20 ottobre 2007

SWITZERLAND ON THE ROAD


(La calma piatta e i colori autunnali di un laghetto a Bad Ragaz, fotografato vicino al nostro campeggio.)



Ecco il resoconto del nostro viaggio in Svizzera con il camper!

Siamo partiti da Verona con un camper Miller da 6 posti nuovo a noleggio con i nostri bimbi di 2 e 4 anni.

Dato che in Svizzera la sosta libera non è consentita, in questo periodo il problema è trovare campeggi aperti anche in bassa stagione, per questo ci siamo informati prima in rete per trovarne almeno alcuni dove poter puntare in sicurezza.

Il camper ci è stato consegnato alle 3 del pomeriggio, il tempo di caricarlo velocemente e siamo partiti subito.
Claudio non ha trovato problemi a manovrare il camper, nonostante le dimensioni.

Appena entrati in Svizzera abbiamo dovuto acquistare la vignetta alla frontiera (costa circa 30 euro) per il resto le autostrade sono tutte gratuite e bellissime da percorrere, agevoli, panoramiche e prive di traffico.

Prima destinazione Melano, Svizzera, al bellissimo campeggio di Monte Generoso, sul lago in mezzo alle montagne.
Appena arrivati al camping che stava chiudendo abbiamo scordato di chiedere l'adattatore per la presa di corrente elettrica, dato che è incompatibile con il cavo tripolare italiano...fortunatamente il camper ha una sua autonomia almeno per la luce (gas e riscaldamento funzionavano ugualmente) così abbiamo cenato con l'illuminazione residua e ci siamo messi subito a letto senza problemi. 

Il mattino siamo partiti per Lugano, l'abbiamo attraversata in camper tra paesaggi mozzafiato e ci siamo diretti verso Bellinzona.
Abbiamo passato il Gran Bernardino e per pranzo ci siamo fermati a Chur, posteggiati presso i campi sportivi vicino al fiume.
Comodissimo potersi fermare brevemente per farsi un caffè, andare in bagno o fare uno spuntino quando si vuole...sul camper c'è sempre tutto a portata di mano e con i bimbi piccoli è una vera comodità.

Il paesaggio della Svizzera tedesca è incantevole, laghi e montagne ovunque.

Il pomeriggio ci siamo diretti a Maiensfeld, dove si trova Heidiland.
Lì i bimbi si sono divertiti a visitare la vecchia casa di Heidi (dove tutto è ricostruito nei minimi dettagli, come un museo...dalla cucina al lettino di paglia) e a giocare all'aperto con tantissime caprette.
La sera ci siamo fermati al camping Giessenpark, in mezzo al bosco, a Bad Ragaz.
Abbiamo lasciato il camper al camping e attraversando dei bellissimi campi da golf e laghetti abbiamo raggiunto a piedi il centro termale di Bad Ragaz per regalarci un bel bagno caldo, purtroppo non sapevamo che i bimbi sotto i 3 anni non possono accedere, così a malincuore abbiamo rinunciato tutti.
Volevamo fare qualche spesetta alimentare ma i supermercati in Svizzera sono davvero rari e chiudono prestissimo, quindi siamo tornati al camper per cenare con uno dei nostri risotti in busta agli spinaci! E' stata comunque una passeggiata molto suggestiva.


Il mattino seguente siamo andati a visitare Vaduz nel Liechtenstein, località di ricconi con tanti campi di zucche intorno, e poi siamo tornati indietro per riprendere l'autostrada panoramica che costeggia i laghi verso Zurigo. Prima di pranzo abbiamo trovato un parcheggio a ore abbastanza vicino al centro e abbiamo visitato la bella Zurigo, comprando panini, cioccolata e pasticcini. Impressionante la quantità di negozi di orologi delle marche più prestigiose...eh sì, siamo proprio in Svizzera! I bimbi per finire hanno potuto fare alcuni giri sulla preziosa giostra cavalli del centro.

Lasciata Zurigo, ci siamo spostati col camper in un ampio parcheggio fuori città per pranzare con calma e poi ci siamo messi in viaggio verso Berna.

Il campeggio che abbiamo trovato sul fiume della città era chiuso, ma un signore gentile ce ne ha indicato un altro aperto dall'altra parte della città, molto bello e sempre sul fiume, il Kappelensbrucke.
Prima di arrivare al campeggio ci siamo finalmente imbattuti in un supermercato Bennet aperto dove ho comprato pane, formaggio e affettati per la cena.

Lasciato il campeggio ci siamo avvicinati al centro di Berna: abbiamo trovato un parcheggio a ore vuoto e comodo per il camper vicino alla piccola teleferica che ci ha portati alla parte alta della città. Tranquillamente a piedi abbiamo visitato la splendida città di Berna e per pranzo siamo tornati al camper per pranzare.

Il pomeriggio siamo passati per la carinissima Friburgo e poi ci siamo diretti a Montreux, per visitare lo stupendo Chateau de Chillon.


Anche qui abbiamo trovato facilmente parcheggio per il camper e la visita al castello è stata entusiasmante sia per noi che per i bambini.

Si può girare liberamente per le varie stanze, attraversare cunicoli, scale e passerelle in legno e assaporare splendidi panorami sul lago.

Di qui siamo tornati un pò indietro per raggiungere Losanna, città un pò caotica, trafficata e sicuramente meno "svizzera" delle precedenti, che abbiamo attraversato e visitato comodamente in camper.
La parte della svizzera francese è meno curata di quella tedesca, c’è molto più traffico, l’edilizia è meno curata, e l’atmosfera montana si perde.

Ci siamo poi diretti verso la trafficatissima Ginevra dove abbiamo dovuto girare parecchio alla ricerca di un campeggio per la sera, dato che quello dove pensavamo andare non era provvisto di elettricità. Un camperista francese molto gentile ce ne ha indicato uno carino nella zona di Satigny, il Bois de Bay, dove ci siamo sistemati per la notte.
Il mattino abbiamo trovato un ipermercato nella zona di Meyrin dove abbiamo fatto varie spese alimentari di specialità francesi e svizzere da portare a casa.

Poi ci siamo diretti al confine, e passando per la Francia tra suggestivi paesaggi di montagna abbiamo attraversato il traforo del monte Bianco.
Abbiamo pranzato sul camper in un parcheggio vuoto ad Aosta e il pomeriggio ci siamo messi in viaggio verso Iseo, per fermarci allo splendido Camping Iseo…ci hanno dato una piazzola panoramica vicinissima alla riva.
Abbiamo trascorso il tardo pomeriggio e la sera in totale relax a giocare sulla spiaggia, il paesaggio era splendido, specie al tramonto, e i bimbi si sono divertiti tantissimo con le simpatiche ochette!
Il mattino presto siamo ripartiti per Verona dove abbiamo riconsegnato il camper.
Il periodo non era caldissimo ma nemmeno troppo freddo, fortunatamente non ha mai piovuto.


Ciao ciao Svizzera, a maggio ci aspetta la prossima avventura camperistica: la Romantische Strasse in Germania :)

(pictures by me)

Nessun commento:

Posta un commento